25 novembre e le pubblicità progresso!

Oggi è la giornata nazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

La TV spopola di pubblicità progresso ed io mi chiedo se questo sia il giusto metodo! Non si combatte la violenza con immagini che la esprimono, le donne vengono rappresentate sempre come vittime e mai come vincitrici! L’uomo questa volta è caduto in provocazione, e il mio sgomento con la mia rabbia cresce sempre più, al pensiero che noi donne il più delle volte non siamo libere di esprimerci davvero. Realizzare campagne contro la violenza usando stereotipi del genere è un controsenso ed e’ molto dannoso poiché va contro i principi della parità tra uomo e donna, scoraggiando il superamento delle discriminazioni e dei pregiudizi di genere. Perché se vogliamo dire basta alla violenza contro le donne dobbiamo puntare a inculcare l’idea che le donne sono persone e sono pari agli uomini. Se no non si supera né la violenza sulle donne né le discriminazioni che tengono noi donne escluse dal ‘potere’ e dal mercato del lavoro.Anche per questo #25novembre il nostro Paese si e’ fatto cogliere impreparato, senza gli strumenti culturali giusti per dire basta alla violenza di genere, dimostrando ancora una volta di essere il solito Paese sessista che usa stereotipi del genere proprio dappertutto. Pubblicità commerciali per accentuare la vulnerabilità del soggetto rappresentato, quindi del genere femminile rispetto a quello maschile. Le donne non devono essere rappresentate come essere passivi alla fermata degli autobus, le donne devono guidare quegli autobus verso nuovi pensieri!

Annunci