lezione di seduzione n.2

dita-von-teese-Come approcciate con l’altro sesso? Siete timide o super-sexy? Siete dolci o sfacciate? Preferite stare al centro dell’attenzione o giocate a fare le misteriose?

Mia zia Anna è la finta maliziosa, parla a voce bassa e distrattamente si morde il labbro. Accavalla le gambe senza distogliere mai lo sguardo dal suo uomo. All’improvviso raccoglie i capelli mostrando il collo fine. Quando il suo lui parla lei costantemente gli fissa le labbra. Il linguaggio del corpo è quello più importante.

La mia migliore amica invece è la “snobbatrice” di uomini. Resta sempre in disparte, si finge disinteressata, nulla la attira (apparentemente). Quando ci prova dopo tre minuti smentisce o si tira indietro. Il rasoio lo porta lei, ma non per radergli le gambe, per tenerlo sempre in ballo, sul filo. Non ha mai tempo per lui, anzi ha un tempo preciso, quando è cotto lo sforna!

Mia cognata è la Parodi della casa! L’uomo lo prende per la gola, cucinando e impastando. Non si è mai troppo dolci in amore, senza far mancare un pizzico di pepe! La temperatura in cucina supera i 180° e sappiamo bene che per infornare la torta nel vostro vecchio forno, vi è solo una posizione! 😉 Soprattutto, l’intimità che si raggiunge seduti a tavola, dietro un buon pasto, è tra le più importanti.

Infine ci sono io. L’allieva! Ho imparato la regola ad Hoc! Semplicemente bisogna sapersi adattare a chi si ha difronte. ATTENZIONE! Senza nascondere la propria personalità! La mossa giusta non è mai la stessa, semplicemente perché noi donne non siamo mai le stesse.  Un giorno ci sentiamo super sexy come delle Tanie, l’altro invece abbiamo solo bisogno di coccole, l’altro ancora ci prude tremendamente il labbro e ops, mi è cascato il tovagliolo. La seduzione è un gioco, bisogna divertirsi e divertire! Bisogna essere un po’ passepartout, e tutte le porte si apriranno!

Annunci