Auguri di buon anno.

Come avete trascorso la notte di capodanno?
image

Io non ho potuto fare a meno di giocare all’antropologa, giuro, solo per qualche secondo. Ero eccitata all’idea di ammirare i fuochi di Capodanno e di scorgere la speranza negli occhi dei passanti. Le mani dei miei concittadini erano tutte al cielo, reggevano smartphone di ultima generazione, gli occhi erano puntati sugli schermi. I fuochi puntuali si specchiavano nel mare.
Cogli la rosa quando è il momento, che il tempo lo sai che vola e lo stesso fiore che oggi sboccia domani appassirà, diceva Peter Weir. Oggi, l’attimo si cattura in HD. Siamo ansiosi di registrare tutti i momenti, di mostrarli, di fotografarli, di riguardarli, ma non di viverli.
La mia notte di Capodanno è stata diversa, bella. Un brindisi in bicchieri di plastica rossa, spruzzi di spumante tra le ginocchia, occhi arabi e italiani si sorridevano. Bottiglie di birra e vino decoravano fontane dell’ottocento, trasformando la sorgente dell’eterna giovinezza in sorgente dell’eterna ubriachezza. La bellezza viene molte volte trascurata e sopravvalutata, le cose semplici sono sempre le più difficili da vedere. Si dice che quello che fai la notte di capodanno lo fai per tutto l’anno, io ho sorriso al venditore tunisino di spumante, all’amico arabo, a mia sorella, all’amore della mia vita, ho sorriso a me stessa.
Buon anno, سنة جديدة سعيدة si pronuncia Sana sa’eedah! Tanti auguri a tutti voi che quest’anno sia pieno di sorrisi senza pregiudizi.

image

image
image

Annunci