Siamo statue di ghiaccio e unicorni rosa.

Perché l’unica cosa che non abbiamo, riesce sempre a rovinarci quello che abbiamo?

unicornoAbbiamo amiche fantastiche, l’amore della nostra vita, una carriera, ma sentiamo sempre, che qualcosa ci manca, c’è  sempre un vuoto, una piccola briciola che non abbiamo ancora mangiato. Siamo alla disperata ricerca dell’unicorno rosa. Ci svegliamo la mattina e il sole non ci basta, vorremmo dire “più sole”, viaggiamo in treno e urliamo “più veloce”, passeggiamo in città e pensiamo “più persone”.

Per la maggior parte della gente avere tutto non è mai abbastanza, hanno sempre bisogno di qualcuno che le invidi. I party sono i banchetti della frivolezza, servita a colpi di rossetto e tacco 12, è tutta apparenza. Siamo sculture di ghiaccio, bellissime, gli altri ci guardono con ammirazione, venerano i nostri sorrisi e gli occhi dolci, ma tutto fino allo scoccare della mezzanotte. La scultura di ghiaccio può essere ammirata solo per poche ore, il giorno successivo sarà solo acqua, sporca e calpestata, dimenticata, velenosa alla laringe. Un sorso e cadi in un sogno profondo, in cui non riesci a decidere se è meglio svegliarsi o continuare a camminare tra la nebbia. Mentre la tua gola brucia, e non sai cosa dire, perché noi, alcune cose non le diciamo semplicemente perché non ci piacciono come suonano. Puoi far tutti i corsi di dizione o teatro del mondo, ma se non hai il sottofondo giusto, quella musica che ti trasporta, o che ti mobilita, tu non canti!

Greenpeace Ice Sculptures in Beijing

Facciamo l’amore e pensiamo “più felicità”. Ma la felicità non può essere afferrata, tutti sanno che quella vera, dura pochi secondi e poi lascia spazio all’amarezza. La felicità può essere solo rincorsa, anzi, è quella la vera felicità, dove corri per raggiungerla ed insegui i tuoi sogni, dove in quel momento tutto ti sembra possibile, le tue speranze non sono ancora infrante e tu, ti senti libero. Rincorrere l’amore è più facile che prendersi cura di esso. Anche la donna più composta perde la compostezza quando imagesCA3JSOX3si parla d’amore, perché sotto la superficie siamo tutti scorticati ed esposti. Vorremmo smettere di essere ghiaccio, di mostrare alle persone solo quello che vogliono vedere, il loro riflesso, vorremmo essere abbracciati come una sciarpa di lana, adorando anche i pizzichini pungenti  sul collo.

Annunci