Amore di mamma.

image

Più passa il tempo e più mi innamoro dei bambini. Più passa il tempo e più mi rendo conto che da grande vorrò avere una famiglia. In questo tempo c’è il play su Bob Dylan-The Man in me.

Il tempo sulle smagliature, sui chili di troppo, tra i capelli bianchi, sui binari arrugginiti e sulle tende di lino ingiallite. Il tempo in una sala d’attesa, tra i corridoi di un ospedale e quello che passi a guardare una piccola manina che stringe forte il  tuo dito.

Un giorno forse stringerò le dita al mio bambino e di cose da dirgli ne avrò. Nascere uomo non deve essere una cosa facile. Lo immagino. Il calcetto del martedì, l’allenamento sotto la pioggia anche al freddo e al gelo -la storia si ripete sempre- e mi auguro per te che non ti mettano a fare il portiere. Quella innata difficoltà nel fare due cose insieme, perché a voi uomini basta una e volete godervela fino in fondo. Il vostro pessimo gusto in fatto di scarpe, jeans stretti e berretti da rapper anche in chiesa. La croce sui calzini che non trovate mai, divorati dalla lavatrice, che poi i pochi sopravvissuti non si riesce mai a capire se siano neri o blu. Il dover scegliere tra la pancia e la birra. L’ansia da prestazione: a letto e a Fifa13. Per non parlare di quella insana e faticosa tendenza suicida che vi porta a dover dimostrare sempre e comunque, e prima di tutto a voi stessi, di essere superdotati. Fosse anche necessario comprarsi un Suv per sgasare al semaforo mentre noi con trenta euro da Victoria Secret risolviamo un sacco di problemi. O almeno quello delle tette.
a57acf3690d9697096d999fa137e6769

Caro amore di mamma l’unica cosa che devo insegnarti è l’amore, e la tua mamma ne ha ricevuto tanto, tantissimo. La fortuna di incontrare uomini che preferissero una sigaretta fumata sotto il portone ad una chat su Facebook, che regalassero fiori e tanti che non esiste donna al mondo che non ami i fiori, tutti. Uomini ingegnosi, non quelli che parlano di Freud o Marx solo per impressionare le mie sopracciglia che puntualmente si inarcano fino al cielo, ma quelli che sorprendono con un tocco di magia. Tu, cuore di mamma mettiti sul mercato e vai a rimorchiare. Vecchio stile, però. Perché come diceva Monica Vitti, donna meravigliosa di cui mamma ti parlerà: “Un vero uomo deve provarci e una vera donna deve resistere”. E tu amore: da vero uomo provaci. Con le parole dette vis a vis dopo essere andato a prenderla sotto casa. Bacia, tanto quando arriverai sotto il suo portone e lei giocherà con le chiavi di casa tra le dita. Senza metterle la mani sul seno, ma dietro la nuca si. E non importa se qualcuna non capirà o non apprezzerà o non ricambierà il tuo bacio. Tu provaci. Sentendo la pelle e i profumi. Toccando. Ascoltando le cose dette perché dicono un sacco di stronzate le donne ma a volte sanno regalarti la poesia, quella vera, e aprirti un mondo che a voi è dato vedere solo attraverso noi. Spogliandole, non solo dei vestiti ma anche e soprattutto delle imageinsicurezze. Cercala, quella giusta, chiamala, alza il telefono, senza  essere invadente si intende ma fallo perché amore della mamma le donne vogliono questo. Un uomo che le cerchi. Che le scelga fosse anche per quattro settimane ma le scelga. Che se ci prova lo fa perché gli piaci, non necessariamente da dover pensare a tre pupi, una casa in campagna, un carlino e una suocera tra i piedi. Che abbia le spalle larghe ma che non vada in palestra sei giorni su sette perché a noi piace la birra e vorremmo che qualcuno ci porti a berla, in riva al mare.

Sei uomo che sia uomo. Anche stronzo ma uomo. Non esagerare con le frasi romantiche, cioccolatini o buoni regalo da Zara. Dalle anche buca qualche volta, il venerdì sera per una partita a poker, accompagnala prima delle 22:00 a casa perchè devi vedere l’ultima puntata di The Following. Non pagare sempre il cinema o la cena al cinese, perchè a mamma se proprio devi avere con te una donna deve essere alla tua pari, orgogliosa e testarda e dolcissima. E come diceva Agatha Christie, un’altra donna straordinaria di cui la tua mamma ti parlerà: “Ciò che una donna vede in un uomo era al di là della comprensione di qualsiasi maschio mediamente intelligente. Era così e basta. Una donna intelligente può trasformarsi in una stupida davanti a un particolare uomo”. Falle perdere la testa. Non riformulare tutto quello che ti ho scritto prima, fai piccoli passi, piccole dosi, come quando ti abitui al caffè amaro. Non rinunciare alle tue ambizioni, portale ovunque e cambia, trasformati sempre a mamma, sentila tutta la paura, perchè non c’è ambiamento se non si ha paura. Sii fedele sempre, prima di tutto a te stesso e non per ultimo alla donna che hai scelto, non vivere l’amore come una prigione o rinuncia, piuttosto portalo sempre con te e sii temerario perchè l’amore, quello vero, riesce sempre a sorprenderti. Non essere geloso o possessivo. A mamma sii passionale, irrompente. Un vero uomo è il più delle volte un porco, perchè l’amore ha bisogno del sesso e si esprime nel sesso, ma solo perchè il sesso è il modo più intenso per partecipare all’Essere dell’altro, di fonderci con lui, di gioire con lui. Il sesso a mamma è un bacio isolato, una danza vorticosa, una giostra che ti trascina, ma non si esprime senza amore.

Con l’amore di cui solo una donna e’ capace. E’ nato. Il secondo maschietto del circolo “amore della zia-amica-quanto-sei-bello!”
wpid-hot-sweetie-air-kiss-awhh-favim.com-708390.jpgtumblr_m2jnl8Eebx1r628f6o1_500children_and_pets_01 tumblr_m3q8rgVnHU1ruh35co1_500bb354a759425d4dfeb42f76206885971

Annunci