Buon compleanno anima mia.

d308e22826318e2432083c855491f9f5È nata un anno fa. Una striscia sottile di terra, immersa tra le maree del cuore. In un punto indefinito di questo mondo che sarà anche grande ma mai per chi come sogno nella vita ha quello di girarlo, con i piedi e con la testa. Una sottile striscia della mia anima aperta a tutti, un luogo dove ci sono gli unicorni rosa e la pizza che non fa ingrassare. Dove non esiste un’ora sbagliata per indossare il tuo vestito preferito. La terra della libertà, dove posso cantare anch’io che sono stonata. Dove c’è la luce anche se piove. Una sottile striscia di terra: soffice, come una torta. Al punto da sembrare sospesa nell’aria e forse lo è. Una terra lontana dai semafori, dal traffico, dai trilli di uno smarphone, dai facili perbenismi, dal vizio di desiderare sempre ciò che non si ha, dalle paure di non essere ciò che gli altri vorrebbero fossimo. Dai livori di chi non ha avuto il coraggio di assecondare la propria natura. Dalla fretta che corriamo anche quando potremmo non farlo perché siamo incapaci di fermarci e guardare i nostri pensieri.
5d3f2ceaa56af93e897be2e0b59fc4bc

Dopo un anno, IO, mi incontro e mi perdo, e non lo so se anche voi, ma so che oggi è un anno che io sono tornata un po’ bambina. Che sogno ogni giorno una favola diversa senza tulle e senza coroncina, percorrendo una strada che non ha alcuna direzione o alcuna traiettoria se non quella del vento, ma che almeno è una strada, ed è solo mia. Oggi è un anno che mi ritrovo ogni mattina a giocare con le parole e i pensieri. Che stropiccio le fotografie dell’anima come fossero seta tra le mani facendo attenzione a non fargli troppo male. E a non farmi troppo male, perché le cose belle sono fragili – delicate – e richiedono cura. E attenzione. Un anno che sono qui. Felice.

Un anno in cui parlo alla mia anima (1)(2)… Un anno, già passato, in cui ho creduto in un amore che ho lasciato come foglie al vento e d’improvviso, son comparsi nuovi germogli, un altro amore più coraggioso, egoista e fragile. Un anno,in cui non ho avuto peli sulla lingua, ed ho riso e scherzato con voi, e meglio, ho sperato e denunciato insieme a voi.

Questa mia anima in questo anno si è legata a molte storie, alcune inventate, altre, son semplici storie ma le più affezionate, raccontano di un’amicizia, storie di uomini e di donne, di talpe e cozze canterine che son uomini e donne, con i loro sogni erotici ed eroici. Storie che appartengono solo a me, ai miei tanti volti indossati e ai ricordi cancellati.

Un vento nuovo quest’anno, che arriva con la primavera, un vento che haraffreddato molti sorrisi, perché noi, alcune cose non le diciamo semplicemente perché non ci piacciono come suonano, non per vigliaccheria o per amore, perché noi stiamo sempre con la voglia di esser capiti e visti nell’anima.

Un anno in cui ti rivuoi, ma non smetti di voler bene a quella persona, senza smettere, di volerti bene. Un anno fatto di gesti ma soprattutto di parole, assai, assai, assai importanti per il mio luogo di quiete, che come ogni vero luogo non è segnato su nessuna carta, come ogni bambino lo cerchi alla seconda stella a destra.

In quest’anno ho capito che ci sono cose che non si possono spiegare e anche se lo si potesse fare non sarebbe giusto farlo, e ci resta solo la ferma consapevolezza che alcune cose non si dicono, si fanno e basta. Per volere e volare per essere sempre ragazzini, e pretendere dall’anima come si pretende dalla cioccolata.

Quest’anno è dedicato solo a chi ha il coraggio di voltare pagina, a chi crede che cambiare sia l’unico modo che abbiamo per scoprirci. A chi crede, che cambiare, sia l’unico modo per scoprirci, felici. perché a me piace essere, frivola e sagace, e tatuarmi la pelle e il cuore, una o due volte, perché io ho solo cattive intenzioni e in questo blog io, mi sento a casa, perché a me serve quest’anima, quando l’amore, già lo so, mi volterà le spalle o mi prenderà la mano, quando sarà benedetto e maledetto, L’AMORE.

(Grazie a chi ha sempre creduto nei miei sogni come fossero un po’ anche i suoi. E a voi che percorrete con me quella strada, con il sole e con la neve, e con un palloncino annodato al polso).

Buon compleanno alla mia anima

75f6652500bf61c0a5d248ffbb438938

tumblr_m2p3ecsUdb1qk7090o1_1280ebec2f5993210b4d8bd0ec0af69a668c2b6f2cd7f2dd5b65f86bbcdd75b2471201bb85d508db3bd12ebb04183c8c751df47c59139abcfaae64a0fdfec6f2db20large

Annunci